Home > Argomenti vari > A New Orleans dal Dottor Harch (post creato un mese fa’ e mai postato)

A New Orleans dal Dottor Harch (post creato un mese fa’ e mai postato)

23 Aprile 2009

 

 Innanzi tutto,come gia’ avrete letto nel titolo,questo post l’ho creato circa un mese fa’,anzi poco piu’ di un mese fa’.eravamo a New Orleans,non per vacanza come qualcuno puo’ pensare,ma per far visitare Riccardino da un medico che da anni studia e pratica l"ossigenoterapia su bambini cerebrolesi e su adulti che hanno avuto incidenti d’auto,ictus o altro.

Dopo questo viaggio a New Orleans saremmo dovuti partire direttamente per il Canada,ma non abbiamo trovato un volo diretto,tutti prevedevano uno stop e allora siamo ritornati a Fort Lauderdale per un giorno,il primo Maggio per poi partire il due con un volo diretto,a dire il vero,non si stava nemmeno partendo perche’ propio il primo Maggio e’ successa la tragedia all"Ocean Hyperbaric center,infatti avevo avvisato i mei che non saremmo partiti,eravamo distrutti dal dolore,ma poi in serata durante la solita videochiamata su MSN mi sorella mi vide troppo giu’con un viso irriconoscibile e allora ha insistito tantissimo affiche’ andassimo,infatti non so nemmeno cosa misi in valigia,

tengo a precisare che il motivo del viaggio in Canada non era a scopo familiare o un viaggio di piacere,ma bensi’ era per rinnovare il permesso di soggiorno negli USA,potevamo anche rivolgerci ad un Avvocato che risolve queste pratiche,ma alla fine ci sarebbe costato anche di piu’ di quanto abbiamo speso per il viaggio.

Quindi tengo a precisare che questi viaggi non sono "viaggetti supplementari e visite di piacere" ma bensi sono stati viaggi necessari e importanti,noi qui’ stiamo continuando a tirare la cinta e risparmiare,in modo umile e onesto,come abbiamo fatto anche l’anno scorso,che in 10 mesi abbiamo speso "solo" 95 mila euro,dico ”solo" perche’ la cifra che pensavamo ci servisse,si e’ poi rivelata piu’ bassa,da premettere che nei 95 mila euro c’erano compresi,il vitto e l’alloggio,oltre che ,terapie,medicine,visite mediche,quest’anno forse spenderemo un po’ di piu’ perche’ Riccardo e’ in cura con un neurologo,che ci ha prescritto vari esami prima di consigliarci qualcosa,e sia gli esami che le visite con lui sono molto costose,ma daltronde sono sempre soldi che spendiamo per il nostro bambino,per qualcosa in cui crediamo,io credo che si deve risparmiare dove si puo’ risparmiare,anche a noi sarebbe piaciuto fare un viaggetto ogni tanto in Italia,magari a turno,una volta io per una settimana e una volta Franco,ma noi questo no lo facciamo perche’ i soldi sono di Riccardino e dobbiamo spenderli solo per lui,ma torniamo a questo viaggio di New Orleans,dicevo qui’ sotto troverete il post e qualche foto,lo stesso post che ho pubblicato sul Blog privato di Ricky. Buona lettura,ne avrete da leggere :-) )

 

 

 

 

Eccomi a raccontarvi la visita che il Dott Harch ha fatto a Riccardo,dunque come prima cosa,abbiamo dovuto come al solito compilare 4 fogli,dico come al solito,perche’ qui’ in America prima di una visita specialistica ti fanno compilare dei fogli dove ci sono tante domande,poi consegnando il modulo paghi la visita in anticipo (in questo caso 500 dollari) e poi attendi che ti chiamano. Dopo circa 10 minuti dal nostro arrivo,siamo stati chiamati,ci hanno portato nello studio del Dottor Harch e dopo due minuti finalmente lo abbiamo conosciuto. Ragazzi,che visita che ha fatto,ha letto tutte le cartelle cliniche di Riccardo,anche quelle di quando era piccolino,e’ stato oltre mezz’ora a guardare foto per foto,c’ha spiegato la risonanza magnatica e ha detto che si vede chiaro che e’ stato un trauma da parto,e poi guardando la Spect Scan di Riccardo ci ha confermato quello che ha detto il Dott Wand,cioe’ che la situazione e’ molto seria,il cervello di Riccardo e’ molto compromesso,anche lui dice che il cervello di Riccardo ha bisogno di molto ossigeno,ma il suo consiglio e’ quello di fare tipo 12 o 15  sedute di ossigenoterapia al mese,per sempre,in modo che Riccardo abbia ossigeno durante tutte le fasi della sua crescita,cosi’ forse potrebbe negli anni ottenere dei miglioramenti,ma anche lui ha parlato di miglioramenti,augurandoci che siano grandi miglioramenti. Una cosa che ho tanto apprezzato di Harch,e’ che per molti anni,ha trattato pazienti gratis,la meta’ dei suoi pazienti li ha trattati totalmente gratis,infatti e’ un centro un po’ scarso (non a livello di sicurezza,ma di arredamento) comunque c’e’ da dire che New Orleans,la zona dove e’sito il suo studio e’ vecchia,oggi sono andata in una farmacia,mamma mia che orrore,poi ci sono case molto vecchie,che le chiamerei baracche,pensate che alcune Banche,sono mobili,sono site dentro dei conteiner,forse non sono ancora risuciti a riprendersi dall’Uragano Caterina che fece molti danni dove mori’ tanta gente,ma torniamo a noi,dicevo appunto della visita che e’ durata 3 ore,molto dettagliata e professionale,solo alla fine ho benedetto i soldi che si e’ preso,approposito,alla fine ci ha regalato un suo libro che parla appunto dei benefici dell’ossigenoterapia e di alcuni suoi pazienti,insomma la sua storia e la sua esperienza racchiusa in un libro,noi siamo rimasti molto felici di averlo conosciuto, ci ha spiegato molte cose che non sto qui ad elencarvi,ma dopo la visita con lui siamo ancora piu’ convinti dei benefici che puo’ dare l’ossigenoterapia,e anche lui spera tanto che un giorno si possa fare anche in Italia,cosi’ da dare a tanti bambini la possibilita’ ad altri bambini di farla e di far risparmiare anche a noi soldi e tempo. _____________________________________________________   Oggi 20 Aprile abbiamo fatto la prima seduta di Ossigenoterapia da Harch e comunque la prima seduta dopo circa 2 mesi,ho preferito aspettare finche’ non avevo la Spect Scan in mano anche perche’ il Dott Wand non voleva che Riccardino facesse Ossigenoterapia se prima non avesse visto la Spect Scan.

Comunque e’ andato tutto ok,non ha fatto problemi per entrare in camera iperbarica da solo,e’ stato davvero molto bravo,sorrideva e quando eravamo dietro la camera iperbarica girava la testolina a destra e sinistra,come per cercarci,chiaramente con movimenti lenti,ma li faceva,ragazzi,che dire,le proviamo tutte fin quando possiamo,quando non si ce la fa piu’,ci fermiamo,ma saremo sicuramente felici di aver portato Riccardo in America a fare questa terapia che in Italia non abbiamo ancora e portato Riccardo da diversi medici dove non mi sarei mai aspettata di portare.

Certo non e’ guarito e torno a dire che l’Ossigenoterapia non guarisce,ma Riccardino e’ migliorato,non tantissimo,ma e’ migliorato e questo non e’ poco.

 

Qui sotto troverete le foto che abbiamo fatto dal Dottor Harch e un video di Harch con un suo paziente,ripeto l’Ossigenoterapia non fa’ miracoli,ma se fatta bene,sotto la guida di un bravo e specializzato medico e se il paziente viene preso il prima possibile dopo l’incidente,il trauma o altro,ha piu’ possibilita’ di un recupero.

 

Guardate e se vi va,lasciate un commento,se nei commenti che ricevero’ trovero’ serieta’ e rispetto,li pubblichero’ altrimenti lascio perdere,li salvo in bozze e al rientro in Italia,portero’altro materiale alla Polizia Postale.

 

 

Per le foto della visita con Harch cliccate qui’

 

 

Video importato

YouTube Video

 

 

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. 31 Maggio 2009 a 12:43 | #1

    L’importante è non arrendersi mai.

    Vi abbraccio!

  2. GIULIA
    1 Giugno 2009 a 0:56 | #2

    Grazie Mister Loto,non ci arrenderemo MAI,per un figlio si fa’ di tutto,mi dispiace che per colpa di qualcuno,questo Blog sia finito cosi’ e quindi molte persone non hanno piu’ notizie di Riccardino,ma nel mondo non ce’ solo brava gente,ma non importa io prego quelli che ci hanno aiutato e quelli che ci volevano buttare a terra e non ci sono riusciti,io sono con Gesu’,loro con Satana. Un bacio

I commenti sono chiusi.