Home > Argomenti vari > Riccardo & Alessio, Riccardino vi ringrazia

Riccardo & Alessio, Riccardino vi ringrazia

12 Dicembre 2007

Ciao amici non sò sè vi ricordate  di Riccardo & Alessio?

Bhe io ricordo benissimo il giorno che appresi dal telegiornale la notizia della loro drastica morte, ma leggete cosa è scritto sul loro sito….

                                                          riccardoealessio.it 

Posso solo immaginare cosa hanno provato i genitori apprendendo una notizia del genere.

Questi ragazzi, che godevano di ottima salute, per uno scherzo del destino sono venuti a mancare improvvisamente ai loro genitori; genitori che a distanza di qualche mese hanno fondato un’Associazione che portano avanti con forza e coraggio e soprattutto con un enorme voglia di aiutare il prossimo.

Tra i primi obiettivi che si sono prefissi è aiutare il nostro piccolo Riccardino,anzi direi che è proprio il primo e quindi oltre a vendere gadget vari hanno organizzato una serata di beneficenza per raccogliere fondi per il nostro piccolo Riccardino.

Ringrazio tanto i Signori Neri e i Signori Ferramosca per essere vicino al mio angioletto dalle ali spezzate, che si spera che un giorno riuscirà a spiccare il volo e quindi a vivere una vita migliore anche grazie a loro.

Vi sono vicina e grazie delle telefonate incoraggianti e affettuose nei miei confronti.

Un abbraccio Giulia

 

Ragazzi vi lascio con l’articolo di questa stupenda serata di beneficenza, dove c’erano dei giocatori e dove la Mariagrazia Cuccinotta ha onorato i presenti tramite una video chiamata.

 


 

MONTERIGGIONI 10 dicembre 2007 – L’Associazione Riccardo Neri & Alessio Ferramosca è nata per non dimenticare due ragazzi, Riccardo e Alessio, che in un pomeriggio come tanti altri, a Vinovo (To) nel centro sportivo della Juventus FC, hanno perso la possibilità di continuare a sognare a causa di un destino perverso e crudele.

Ieri sera a Monteriggioni di fronte a centinaia di persone si è svolta la cena di beneficenza per ricordare i due ragazzi e per presentare il primo obiettivo che la neonata associazione intende portare avanti. A esporlo è Angela Corcione, vicepresidente della stessa: "La prima iniziativa della nostra Associazione è rivolta ad aiutare Riccardo Pio, un piccolo bambino di Spezzano Albanese in provincia di Cosenza, affetto da una rarissima malattia: la sindrome di West. Servono molti soldi, 300.000 euro all’anno e il lavoro è molto difficile. Spero che potremmo riuscirci a farcela, oltre a tutte queste persone serve un aiuto concreto da parte della gente.".

Commosso anche il sig. Neri, padre dello scomparso Riccardo nonché presidente dell’Associazione: "E’ una serata importante, sono venuti molti protagonisti dello sport a ricordare i nostri ragazzi tragicamente scomparsi lo scorso anno e ringraziamo tutti i protagonisti.".

Lunga la lista di coloro che non sono voluti mancare. Maria Grazia Cucinotta, assente improvvisa, ha salutato i presenti in videochiamata mentre erano seduti ai tavoli il presidente della Juventus Cobolli Gigli, il responsabile del settore giovanile bianconero Ciro Ferrara, Gianluca Pessotto, il tecnico del Siena Mario Beretta, l’arbitro internazionale Matteo Trefoloni, il portiere della Fiorentina Sebastian Frey, il fantasista del Parma Bernardo Corradi ed il tecnico Baroni.

Tutti protagonisti di quel mondo del calcio a cui Riccardo ed Alessio erano strettamente appassionati e per il quale hanno perso la vita.

Commosso il ricordo di Cobolli Gigli, presidente della Juventus: "La Juventus è qui a ricordare questi due giovani, siamo vicini alle loro famiglie che abbraccio e a cui rimarremo sempre vicini. Domenica li ricorderemo con una Messa in Duomo a Torino e la squadra già contro la Lazio vincerà per onorare la loro memoria."

Toccante anche il saluto di Sebastian Frey  che, oltre a donare assieme ad altri protagonisti della Serie A la propria maglia per l’asta benefica della serata, ha così ricordato i due ragazzi: "Due giovani che hanno perso la vita seguendo il sogno che regala questo sport. Riccardo (Neri, ndr) tra l’altro era un portiere come me, io ero uno dei suoi esempi da seguire. Questo mi onora ed è stata doverosa la mia presenza qui, per ricordare lui ed Alessio".

Sono arrivati anche i messaggi di Matteo Trefoloni e Bernardo Corradi a suggellare un successo di una serata che non deve rimanere isolata. Per tutti coloro che vogliono contribuire ad aiutare l’Associazione è sempre attivo il sito http://www.riccardoealessio.it

 

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. 12 Dicembre 2007 a 18:23 | #1

    Ciao Giulia, sono entrata per lasciare il commento in risposta a Elena ma visto questo post ritengo inopportuno scrivere ora, aspetterò ancora un pò per rispetto alla famiglia di questi due ragazzi e a Riccardino….

    un abbraccio

  2. Tony dal Canada (zio di Riccardo Pio)
    13 Dicembre 2007 a 10:39 | #2

    Che tragiche sorti ci ha riservato il destino alle nostre famiglie, distrutte dalle disgrazie con le scomparse di Alessio e Riccardo a quella delle sofferenze del nostro Riccardo Pio, unendoci in questo immenso dolore e trasformandolo in amore l`uno e l`altro.

    Sono molto vicino alle famiglie di Riccardo e Alessio, i quali mi hanno toccato profodamente la loro scomparsa in quel maledetto giorno.

    Riccardo e Alessio anche da lassu` siete riusciti ad essere vicino a Riccardo Pio. Grazie di cuore

  3. i Ga.Za. tutti insieme
    13 Dicembre 2007 a 17:04 | #3

    Un augurio che queste famiglie così colpite possano ritrovare, in quello che stanno facendo, tutta la serenità persa in quel maledetto giorno.

    Un augurio che il nostro eroe possa continuare, anche grazie a Riccardo ed Alessio, le sue terapie e ottenere quella svolta nella sua vita che tutti desideriamo.

    Un augurio di tanta serenità a tutti, ne abbiamo sempre bisogno.

  4. Tommaso e Nicoletta
    13 Dicembre 2007 a 17:36 | #4

    Tanta serenità, difficile parlare di felicità, alle famiglie di Riccardo e Alessio.

    Per voi preferiamo di più la felicità.

    Forza Riccardino, e voi genitori tenete duro

  5. Remo e Rita
    13 Dicembre 2007 a 18:09 | #5

    La solidarietà rende felici tante persone.

    Chi dà e chi riceve.

    E’ molto bello vedere famiglie colpite da disgrazie così gravi che in poco tempo riescono a risollevarsi, pur soffrendo, e dare una mano a chi ne ha bisogno.

  6. grazia
    14 Dicembre 2007 a 2:20 | #6

    X Elena:

    nel mio blog troverai la risposta al tuo commento, pubblicarla qui sarebbe un insulto alla memoria di questi due ragazzi.

    (scusa Giulia, ti lascio un abbraccio)

    Grazia.

  7. Elena
    14 Dicembre 2007 a 9:17 | #7

    Un forte abbraccio a te e Franco e un caro saluto alle famiglie di questi due ragazzi. un fortissimo abbraccio e un bacio a Riccardo

  8. Valeria
    14 Dicembre 2007 a 21:27 | #8

    Un grande abbraccio ai due ragazzi e in modo particolare alle loro famiglie, a tutti quei papà e mamme che sono stati costretti a vivere queste situazioni.

    Ciao Riccardino

  9. Dora
    15 Dicembre 2007 a 13:44 | #9

    cje nei vostri cuori ci sia sempre una grande felicità anche se capisco che non sia facile.

    Ma il mio è solo un augurio

I commenti sono chiusi.