Home > Argomenti vari > Arriva Natale e arriva un pò di tristezza

Arriva Natale e arriva un pò di tristezza

5 Dicembre 2007

Ciao amici quì sono le 22:40 e in Italia le 4:40 del mattino frà un pò vado a dormire Riccardino dorme già da un’ora.Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

Chissà cosa sogna?
Forse sogna di prendere un giochino in mano o mangiare, sempre se si ricorda come si fà e cosa si prova nel farlo dato che a marzo fà 3 anni che si alimenta con la gastrostomia.Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

Sono tanto felice di essere qui e sò che questa terapia aiuterà molto mio figlio, ma ogni tanto si diventa un pò tristi perchè si pensa a come sarebbe potuto essere bello il Natale sè Riccardino stava bene.

Magari ora eravamo a casa nostra a fare l’albero con lui che giocava con i pastorelli del presepe, ecco forse ho capito perchè sono un pò depressa,è perchè mio marito stà facendo l’albero di Natale che ci hanno dato i signori Guastella e come ogni anno da 5 Natali a questa parte,si avvicinano le feste e si avvicina la depressione.Ormai sono anni dall’ultimo albero che ho allestito io perchè tutte le volte che ho provato ad aiutare mio marito non ho resistito e sono scoppiata a piangere: non me la sento, immagino troppe cose e mi faccio troppo male,ma comunque vedo il lato positivo del  Natale che è alle porte, perchè lo scorso Natale non avevamo nessuna piccola speranza che Riccardo potesse migliorare, anzi stava sempre a piangere e aveva anche, ogni tanto, qualche crisi convulsiva; ora invece abbiamo trovato questo metodo di riabilitazione che può aiutare Riccardo Pio.   

 

Grazie a tutti voi siamo in Florida per attuarlo,abbiamo tantissimi amici in tutta l’Italia.

Grazie a Dio Riccardino è più calmo e non ha più crisi convulsive da Aprile (incrociamo le dita). Bhe diciamo che a parte la lontananza da casa, questo sarà un Natale pieno di speranza e quindi felice.Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

Scusate lo sfogo ma è un pò dura,ma come avete potuto vedere, gia altre volte, durerà poco, anzi sapete una cosa?  mi sento già meglio.

Ciao ragazzi saluti a tutti voi che mi scrivete e mi fate compagnia e a tutti coloro che ci pensano e pregano per noi.Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

Baci e carezze dal vostro Riccardino "l’americano" e saluti da i suoi genitori.

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. Elena
    5 Dicembre 2007 a 18:37 | #1

    cara Giulia, se tu non fossi stata forte e non avessi mai raccontato la storia di Riccardo sul questo blog sicuramente avresti passato questo Natale in Italia, ma con tanta tristezza perchè la Florida l’avresti solo potuta sognare e l’avresti vista lontanissima. Invece ora che siete lì cerca di non arrenderti e sappi che il calore dell’Italia è per te, Ricky e Franco. vi abbraccio forte

  2. Giulia
    6 Dicembre 2007 a 7:12 | #2

    Grazie Elena,grazie infinite a te che mi trasmetti sempre positività con i tuoi graditissimi messaggi,sei ragazza dolcissima e ti auguro tutto il bene di questo mondo.Ti voglio bene.Una carezza da Riccarino “l’americano” a te carissima Elena e a tutti i visitatori del suo blog e del suo sito.Ciaooooooo

  3. 6 Dicembre 2007 a 10:55 | #3

    ciao giulia, ho fatto immediatamente il post ed ora faro’ anche passa parola…..sappi che ancora mia madre sta cercando di raccogliere ancora qualcosina li’ dove lavora lei lo so’ e’ poco ma sempre ,come dico sempre le gocce formano un oceano….dai tirati su’ non essere depressa, penso che riccardino non ti vorrebbe cosi’ e poi hai sempre questa bellissima speranza che come dici tu sta portando i suoi frutti.

    Per quando riguarda quel discorso hai delle novita’?

  4. nicola
    6 Dicembre 2007 a 19:02 | #4

    Ciao Giulia,

    mi chiamo Nicola e ho conosciuto il caso di Riccardino tramite il giornale Oggi. Io ti sono molto vicino e la mia preghiera e’ che quando tornerete in Italia, Riccardino sia completamente guarito. Spero che questa terapia si possa diffondere anche in Europa.

    Dai un abbraccio forte forte a Riccardino che dalle foto che vedo nel sito,sembra un angioletto. Digli che gli vogliamo tutti bene.

    Non ti scoraggiare mai.Tifiamo tutti per te e per Riccardino e potrai contare sul nostro aiuto

    Ciao

    Nicola

  5. Ga.Za.
    6 Dicembre 2007 a 20:11 | #5

    Domani sera giochiamo ancora e, come sempre, per te.

    Siamo la tua squadra “adottiva” e siamo altrettanto sicuri che alle 21.00 italiane un enorme coro, unito e compatto urlerà il tuo nome: Riccardino… Riccardino… Riccardino… Riccardino… Riccardino…

    Il primo che deve vincere sei tu e tu ci stai dimostrando come si fa.

    Bravo Riccardino stiamo tutti imparando da te.

    Eccoti la nostra mano, batti un cinque e forza… il tuo campionato è più lungo del nostro ma tu sei sicuramente il primo in classifica…

    Rello, il capitano e tutta la società in questo batterti un cinque

  6. Enzo
    6 Dicembre 2007 a 20:28 | #6

    Sono sicuro che quello che hanno scritto i Ga.Za. domani diventerà un grido che ti arriverà alle orecchie a a Fort Lauderdale.

    Grazie ragazzi e

    Forza Riccardino

  7. Loredana e Andrea
    6 Dicembre 2007 a 20:46 | #7

    Un semplice abbraccio e un grosso augurio.

    Anche se un pochino presto: BUON NATALE a tutti voi

  8. Fulvia
    6 Dicembre 2007 a 20:51 | #8

    Amici miei, quando disperatamente abbiamo bisogno di essere amati e di amare. Quando Cristo disse che l’uomo non vive di solo pane, parlava di una fame. Questa fame non era quella del corpo. Non era la fame di pane. Parlava di una fame che ha origine nel profondo del nostro essere. Parlava di un bisogno necessario come l’aria che respiriamo parlava del bisogno d’amore.

    L’amore è qualcosa che tu ed io dobbiamo avere. Dobbiamo averlo perché il nostro spirito si nutre di esso.

    Noi dobbiamo averlo perché senza di esso noi perdiamo le nostre forze e ci indeboliamo. Senza amore la nostra autostima viene meno. Senza di esso il nostro coraggio viene a mancare.

    Senza amore non sappiamo affrontare con sicurezza il mondo.

    Ci ripieghiamo su noi stessi e cominciamo a trovare nutrimento nelle nostre stesse personalità.

    E così, poco a poco, ci distruggiamo. Grazie ad esso siamo creativi. Grazie ad esso procediamo infaticabilmente.

    Grazie ad esso, e solamente grazie ad esso, siamo capaci di sacrificarci per gli altri.

    “Capo Dan George”

    Questo cara Giulia è il tuo amore e quello che offri

  9. Ernesto
    6 Dicembre 2007 a 21:42 | #9

    il mondo non è nostro ce l’hanno dato in prestito i bambini.

    Mon abusiamone.

    Forza Riccardino

    questo mondo è anche tuo

  10. zanettiemanuela
    6 Dicembre 2007 a 22:42 | #10

    Ciao Giulia. Anch’io da quando è nato Francesco non faccio più l’albero. Forse perchè gli ultimi due Natali li abbiamo passati in ospedale (il primo era in terapia intensiva). Credo che sia certamente dura stare lontani da casa, così tanto lontani, ma credo che tutti i messaggi di queste persone ti riscaldino un po’ il cuore e ti facciano sentire un po’ a casa. Riccardo ha fatto un miracolo e quando sei triste pensa al giorno che tornerai, allo stupore delle persone che ti vogliono bene quando vedranno i progressi del tuo angelo, alla gratitudine di tutti noi che siamo migliori e più forti grazie alla tua testimonianza. Coraggio. Un abbraccio forte. Manu

  11. Giulia
    7 Dicembre 2007 a 1:33 | #11

    Grazie,grazie infinite è bello ciò che avete scritto,effettivamente ho il vostro calore che mi aiuta tanto,essere tanto lontani non è facile,ma con i vostri commenti molte volte mi sento in Italia.

    Un affettuoso saluto a tutti voi ehhhh!!!!

    Forza GA-ZA forza GA-ZA WEH WEH!!

    Visto!! avete tre tifosi in Florida.

    Ciaooo

  12. Annalisa
    7 Dicembre 2007 a 16:26 | #12

    Nessuna nostalgia ma tanta e ancora tanta gioia per Riccardino.

    Complimenti Giulia e Franco.

    Speriamo che il vostro Natale sia vissuto con tranquillità e infinità felicità

  13. Giulia
    7 Dicembre 2007 a 17:02 | #13

    Grazie amici grazie

  14. 7 Dicembre 2007 a 21:42 | #14

    Ciao RIccardino l’americano, tutto ok? ma che belle foto! questa mamma Giulia è proprio brava ad immortalare il tuo bellissimo sorriso..

    ehi Giulia sorridi anche tu non essere triste sei con la tua famiglia e questa è la cosa più importante, i progressi di Riccardino sono buoni perciò sfodera i tuoi 52 denti e vai a questo indirizzo:

    http://fabricadellsorriso.blog.dada.net/post/676016/Lezzioni-dInglese-In-Cina.html

    :-) ))) un grande abbraccio

  15. Alessandro
    8 Dicembre 2007 a 14:16 | #15

    vi auguro tanta felicità e nella speranza certa che i risultati e il miglioramento di Riccardino saranno veloci un augurio di un felicissimo Natale, senza tristezza

  16. Giovanni e Alessia
    8 Dicembre 2007 a 16:19 | #16

    Credimi Giulia

    Natale aiuta ad unire e ad avere una parola felice per tanti.

    Purtroppo dura troppo poco perchè a gente si renda conto di quanto bene si può fare non solo nel periodo natalizio.

    Un bacione a Riccardino

  17. Fulvia
    9 Dicembre 2007 a 0:16 | #17

    Natale deve essere serenità e gioia.

    Sono certa che quest’anno, lontananza a parte, sarà così anche per voi.

    Auguri

  18. Luigi
    9 Dicembre 2007 a 0:39 | #18

    per gli auguri di Natale abbiamo tempo, per il momento un forte abbraccio e tanta forza per continuare il viaggio della speranza, che spero molto presto diventi realtà

  19. per i Ga.Za. capitan Rello
    9 Dicembre 2007 a 0:45 | #19

    Seconda vittoria consecutiva ma il tifo era tutto per Riccardino.

    Cori, urla e fuochi d’artificio solo per Riccardino.

    Riccardino sei la nostra voglia di vincere.

    Ci stai insegnando come fare

    Grazie

  20. Andrea Luca e Dade
    9 Dicembre 2007 a 0:54 | #20

    tre Ga.Za. che si accomunano a quanto scritto dal nostro capitano.

    Dopo la vittoria nello spogliatoio si urlava solo:

    “FORZA RICCARDINOOOOOOOOOOOOO!!!”

  21. Giulia
    9 Dicembre 2007 a 1:19 | #21

    Hei ragazzi complimenti!!

    Non mi aspettavo più di trovare altri commenti per oggi dato che in Italia è l’una di notte.grazie sono stati tanto graditi.

    Cari GA-ZA voi non immaginate come vorrei eesere lì in quei momenti,ma speriamo di farlo presto.

    Un abbraccio forte e affettuoso Giulia,sè mai Riccardino imparerà a parlare gli insegnerò a dire FORZA GA-ZA FORZA GA-ZA WEH WEH.

    CIAOOOOOO

I commenti sono chiusi.